Cosa mettere nella lista nascita

Quando mancano poche settimana alla nascita, iniziano i dubbi, in maniera anche un po’ ansiogena, che ogni cosa sia pronta.

Considerato che l’arrivo di un bambino in una casa scombussola tutti ritmi di vita, è senza dubbio una buona idea cercare di avvantaggiarsi con gli acquisti prima che ciò avvenga, il tempo dopo sarà molto limitato.

E’ utile, quindi, appuntarsi una lista di oggetti che sicuramente torneranno utili al momento opportuno.

Tra l’attrezzatura indispensabile c’è sicuramente il passeggino che va scelto in base alle proprie esigenze di spazio e utilizzo che se ne intende fare.

Segue un seggiolino per auto, che sarà utile nel momento in cui cominceranno i primi trasbordi da una casa all’altra e che è assolutamente necessario e obbligatorio da tenere in macchina.

Utile e molto pratica è una fascia bebè che consente di tenere il neonato sempre stretto a sè, sotto controllo, lasciando una certa indipendenza all’adulto nel fare le proprie faccende.

Indispensabile è un lettino oppure una culla. Sicuramente, pensando poi andando più in là nel tempo, è meglio ipotizzare delle situazioni in cui il bambino possa avere un arredamento che lo accompagni nel tempo, per quanto possibile.

Per i primi periodi si possono utilizzare dei riduttori e il materassino, anche fino al primo anno.

Oggetto assai utile è la vaschetta per il bagno, meglio se accompagnata da riduttori, anche questa, perch èil bambino non scivoli nell’acqua, sebbene debba sempre rimanere sempre sotto stretto controllo.

Un articolo che spesso non si considera, ma che evita di stare curvi sul letto per cambiare il bambino è sicuramente il fasciatoio.

Si può posizionarlo in un angolo della casa con tutto l’occorrente necessario per il cambio in modo che si abbia tutto a disposizione. Meglio se corredato, quindi, da pratici e comodi cassetti.

Tra gli oggetti più necessari si puà inserire il seggiolone, meglio se portatile che se non serve nell’immediato, ma che subentrerà in maniera sempre più incisiva, nei mesi a seguire, quando, soprattutto, cominceranno i primi tentativi per mangiare a tavola.

Tolti alcuni articoli come il monitor per i bambini, che potrebbero essere anche superflui, indispensabile, invece, è la biancheria per il bambino che spazia da quella strettamente personale, quindi alle tutine, magliette, calzini, pigiamini, a quella per il letto, ovvero le lenzuola, con copertine da usarsi anche nel passeggino o nella carrozzina.

Bisogna considerare il fatto che i bambini si sporcano con facilità, per cui non è possibile essere troppo limitati nel numero di articoli da comprare, occorre sempre pensare al fatto di dover disporre di un cambio se si esce e di qualcosa in più da tenere quando i capi andranno lavati.

Oltre a body con le maniche lunghe o corte, e alle tutine più o meno leggere a seconda della stagione, è indispensabile avere dei bavaglini in discreta quantità, per poter disporre di ricambi necessari.

Che siano in cotone o spugna, una buona scorta tornerà sempre utile. Per i vestiti, ovviamente, si dovrà pensare bene alla stagionalità di questi ultimi: inutile pensare che una felpa che sta grande la si potrà mettere in un momento successivo, se è in procinto l’arrivo dell’estate. Un certo ricambio di vestiti è indispensabile, ma senza esagerare: i bambini crescono molto velocemente e non ci sarà sempre il tempo e l’occasione di metterli tutti, se non si è stati molto accorti negli acquisti. Un giusto numero farà stare tranquilli, senza troppo esborso.

Per il bagnetto ci si deve ricordare di prendere degli asciugami delicati, così come i detergenti specifici, magari ricordandosi che è meglio avere il prodotto con il dispenser piuttosto che quelli che si svitano, per ovvi motivi di praticità quando il bambino starà in braccio e si disporrà di una sola mano.

Per l’igiene de piccolo è utile un kit di accessori per il taglio delle unghie e per pettinarlo; da non dimenticare ciò che occorre per la medicazione dell’ombelico, per il tempo strettamente necessario, e meglio avere qualcosa per i lavaggi nasali.

Per la comodità della mamma e del bambino si può anche pensare di prendere un cuscino da allattamento, poi, indubbiamente dei biberon, nonchè uno sterilizzatore.

Per la serenità del bambino, infine, sarebbe auspicabile prendere un Doudou, un peluche che i genitori possono lasciare nel loro letto per i due mesi antecedenti il suo arrivo e, che messo in quello del piccolino con il loro odore, lo farano dormire più sicuro e tranquill.

Iscriviti gratis e ricevi sconti

Riceverai per mail le segnalazioni di prodotti per l'infanzia che vanno in sconto

SERVIZIO GRATUITO!

Add Comment