Giochi Montessoriani – Lo sviluppo del bambino

Menù della pagina

Da sempre l’educazione e lo sviluppo di un bambino sono considerati importanti per ottenere il meglio dalla sua vita futura.
La filosofia montessoriana è nata proprio come metodo educativo che incoraggia i piccoli a essere autonomi e responsabili della propria realizzazione personale con la guida di adulti esperti.
Discuteremo in questo nostro articolo in cosa consista precisamente il Metodo Montessori e quali i suoi benefici per l’educazione del bambino ed un suo organico sviluppo. 

Metodo Montessori

Giochi Montessori
Giochi Montessori

Il metodo Montessori è un approccio educativo olistico, basato sulla scoperta del bambino come individuo, e sulla comprensione della sua naturale curiosità ed esplorazione, che vanno incoraggiate all’interno di un ambiente di apprendimento naturale, sicuro e stimolante.

Il metodo Montessori è basato sull’idea che ogni bambino possa raggiungere, in piena autonomia, il massimo livello di apprendimento e sviluppo possibile, dalla precoce infanzia fino all’età adulta.
I principi fondamentali del metodo Montessori sono l’attenzione a ciascun bambino come individuo, la necessità di dare una struttura basata su regole e confini, la riconoscenza dei bambini come persone competenti, la responsabilità e l’autonomia, la libertà con limitazioni, l’importanza del libero gioco ed esplorazione e la collaborazione tra insegnanti e genitori. 

Questa filosofia educativa è stata sviluppata dalla pediatra e psico-pedagogista italiana Maria Montessori alla fine del XIX secolo che, basandosi sull’osservazione e sull’apprendimento attivo dei bambini, ha disegnato le linee guida di questa metodologia, orientata a promuovere l’autonomia, la curiosità e la creatività dei piccoli attraverso un ambiente di apprendimento adattato alle loro esigenze e capacità.

Il metodo Montessori si basa sull’idea che i bambini hanno un “periodo sensibile” per l’apprendimento di determinate abilità, e che l’ambiente educativo dovrebbe essere progettato per sfruttare al massimo questi periodi.
Ad esempio, i bambini hanno un periodo sensibile per l’apprendimento del linguaggio tra i 2 e i 6 anni, e quindi il metodo Montessori incoraggia l’uso di materiali linguistici specifici durante questo periodo.

Secondo la Montessori, inoltre, i bambini hanno un “bisogno interiore” di apprendere e imparare che dovrebbe essere guidato in massima parte dal bambino stesso, piuttosto che dall’adulto. Per questo motivo, l’ambiente educativo Montessori è progettato per essere attraente e stimolante proprio per i bambini, incoraggiando la loro autonomia e la loro curiosità.

Questa metodologia permette al bambino di prendere consapevolezza delle proprie abilità e anche dei propri limiti, ma che possono venire “naturalmente” guidati con il contributo dei genitori e degli insegnanti. 


A livello pratico, questi principi sono applicati attraverso le caratteristiche dell’ambiente Montessori: un ambiente educativo scolastico preparato in cui gli insegnanti si fidano delle abilità del bambino, nell’assecondare il suo interesse, un ambiente estremamente curato, che contenga materiale adeguato all’età del bambino, un ambiente ordinato e disciplinato nel quale siano fissati dei limiti per quanto riguarda il comportamento e le attività, un programma educativo flessibile, che risponda alle abilità individuali di ogni bambino e fornisca un nutrimento intellettuale costante e un contesto stimolante per l’apprendimento.

Laddove i bambini riusciranno a fare esperienza di un ambiente educativo preparato, saranno in grado di imparare a prendere decisioni autonome ed adeguate, perché nate dall’ esperienza e  dalla conoscenza di se stessi. 

Il metodo Montessori ad oggi è stato applicato con successo in molte scuole e programmi educativi in tutto il mondo, e si è dimostrato efficace per lo sviluppo cognitivo, emotivo e sociale dei bambini. 

I benefici dell’educazione Montessori sul bambino

L’obiettivo principale del metodo educativo Montessori è quello di promuovere l’autonomia, il senso di responsabilità e la sicurezza in sé stessi nel bambino, incoraggiando lo sviluppo emotivo del bambino solo attraverso il rispetto dei suoi ritmi di apprendimento individuali e del suo bisogno di espressione.
La filosofia Montessori si basa sulla libertà responsabile che permette al bambino di esplorare e imparare nel modo che preferisce all’interno dei limiti stabiliti, in modo tale da incoraggiarlo nell’esplorare le personali abilità e competenze, incentivando anche la possibilità di porre domande. Proprio per questo l’ambiente è anche pensato per aiutare i bambini a gestire le proprie emozioni in modo positivo e proattivo.

L’educazione Montessori promuove anche lo sviluppo cognitivo e sociale del bambino, e lo fa sempre seguendo un percorso che incoraggia un apprendimento attivo e responsabile, dando al bambino la possibilità di esplorare le personali caratteristiche cognitive, come la memoria, l’attenzione, la logica e l’immaginazione, in un ambiente protetto.
Inoltre incoraggia la socializzazione tra i bambini e gli adulti attraverso attività ed esercizi di gruppo, che promuovono l’interazione e lo scambio di idee. 

Un altro aspetto dell’educazione Montessori è che questa metodologia  incoraggia l’indipendenza e la consapevolezza personale, fornendo al bambino le strutture necessarie per riconoscere i propri interessi, prendere decisioni autonome e riflettere sull’impatto che le sue azioni hanno sul mondo che lo circonda. 

Attraverso l’approccio montessori il piccolo sviluppa anche il senso di appartenenza e collaborazione tra generazioni diverse, aiuta i bambini ad accettare le differenze tra loro attraverso attività come giochi di gruppo o progetti scolastici, attività tutte, quindi, che forniscono ai più piccoli elementi su cui riflettere per diventare più consapevoli dell’importanza delle relazioni interpersonali e del rispetto reciproco.

Benefici per lo sviluppo del bambino

I giochi Montessori sono una componente fondamentale del metodo educativo sviluppato da Maria Montessori, in quanto progettati per sollecitare e sviluppare le specifiche abilità, come l’attenzione, la concentrazione, la memoria e le abilità motorie.
Questi giochi sono caratterizzati da un’estrema semplicità e chiarezza, in modo che i bambini possano comprenderne facilmente la funzione e utilizzarli in modo autonomo.
Questo, chiaramente, li aiuta a sviluppare la capacità di concentrazione e di perseverare nei compiti, nonché la capacità di risolvere problemi e di fare scelte.

I giochi Montessori sono suddivisi in tre categorie principali: giochi sensoriali, giochi matematici e giochi linguistici.

  1. I giochi sensoriali come i blocchi di legno, gli anelli concentrici e le forme geometriche, aiutano a sviluppare le abilità sensoriali dei bambini, come la percezione visiva e tattile, la coordinazione occhio-mano e la capacità di discriminare tra forme e colori. 
    Busy Board Giochi Montessori 1 anno per Bambini Giochi Legno con 10 Interruttori e 23 luci LED Giochi...
    2.624 Leggi le recensioni
    Busy Board Giochi Montessori 1 anno per Bambini Giochi Legno con 10 Interruttori e 23 luci LED Giochi...
    • 【Design Speciale】 La lavagna Montessori è...
    • 【Giocattoli in Legno Naturale】 La Tavola...
    • 【Giocattoli da Viaggio Portatili】Questo gioco...
  2. I giochi matematici, come i numeri mobili, aiutano a sviluppare le abilità logico-matematiche dei bambini, come la capacità di contare, di riconoscere i numeri e di effettuare semplici operazioni matematiche. 
    lenbest Giochi Montessori per la Matematica - Giochi Matematici con Conteggio - Giochi Bambini in Legno -...
    2.119 Leggi le recensioni
    lenbest Giochi Montessori per la Matematica - Giochi Matematici con Conteggio - Giochi Bambini in Legno -...
    • Giocattolo matematico: il giocattolo matematico...
    • Doppia faccia: i giocattoli educativi lenbest sono...
    • Istruzione: abbiamo anche aggiunto tabelline,...
  3. I giochi linguistici, come i cartelloni alfabetici e i giochi di parole, aiutano a sviluppare le abilità linguistiche dei bambini, come la capacità di riconoscere le lettere, di leggere e di scrivere.
    FLASHCARDS BAMBINI ITALIANO | Giochi Montessori 4 anni | Giochi educativi con pittogrammi per l'autismo |...
    • AIUTA i bambini autistici a comprendere le...
    • Ci concentriamo sullo sviluppo delle fondamentali...
    • SVILUPPA le capacità di comparazione scritta...

Oltre a sviluppare le abilità specifiche, i giochi Montessori hanno anche un valore formativo generale, perché incoraggiano la curiosità e l’esplorazione dei bambini, promuovono l’autonomia e la creatività, e insegnano ai bambini a rispettare e curare l’ambiente.
In questa prospettiva il  metodo non è solo formativo di competenze e abilità cognitive o motorie, ma trasferisce anche un valore.

L’apprendimento attivo nella scuola Montessori

Probabilmente per alcuni questa forma di apprendimento potrebbe sembrare non tradizionale, eppure le evidenze mostrano che il metodo Montessori aiuta parecchio i bambini a sviluppare una varietà di abilità cognitive ed emotive, nonostante si basi su di un apprendimento semi-autonomo ed affidato alla libertà esplorativa del piccolo stesso. 

In un ambiente Montessori, infatti, i bambini sono incoraggiati a esplorare e prendere decisioni mentre interagiscono essi stessi con giochi e strumenti. Il ruolo dell’insegnante non è più quello canonico di chi trasferisce contenuti e dottrine ad una classe, ma piuttosto quello di “guida”, che offre supporto mentre i bambini indagano e creano.

È la guida che invita a scoprire cose nuove e risponde alle domande, se richieste. Inoltre, questo metodo si dimostra altamente inclusivo, perché permette il confronto tra i pari, con l’opportunità di uno scambio e di una interazione e la possibilità di condividere le scoperte, sviluppando per altro un senso di appartenenza “alla comunità e al gruppo”. 

Gli esercizi presentati nella scuola secondo il modello Montessori insegnano anche abilità motorie molto importanti, tramite giocattoli e strumenti progettati per sviluppare abilità motorie come il coordinamento oculo-motorio, la forza delle dita e l’agilità delle mani, per manipolare oggetti con estrema delicatezza e precisione. 

I bambini sviluppano un profondo senso di crescita nella personale autostima anche perché coinvolti nella riproduzione di piccoli e semplici esperimenti, che riproducono alcune logiche esterne, basate sul pensiero logico e sulle capacità critiche nel decodificare alcuni elementi e processi preventivi alla risoluzione di piccoli problemi.

L’apprendimento attivo insegna infatti ai bambini a riflettere, prendere decisioni razionalmente e persino risolvere problemi intuitivamente, senza il suggerimento dell’insegnante a priori. Il bambino, portato allora a fare esperienza in maniera diretta, apprende e non dimentica.

La socializzazione nella scuola Montessori

Uno dei principali obiettivi è quello di aiutare i bambini a trovare la pace e l’armonia in un ambiente di apprendimento reciproco e in tale direzione la scuola montessoriana offre attività che incoraggiano la socializzazione e la cooperazione tra i bambini e la fiducia nelle relazioni interpersonali. 

I bambini imparano come trattare gli altri con rispetto, a essere flessibili, a cooperare e ad apprezzare le relazioni sociali, a stabilire amicizie durature e a parlare con sicurezza.
Tutte le attività offrono opportunità formative in un ambiente che incoraggia e promuove la socializzazione. Ne è esempio il fatto che i bambini possono imparare da attività educative nelle quali sono tutti insieme coinvolti. Saranno l’interazione sociale e la reciproca collaborazione tra di loro nell’esecuzione di giochi interattivi che consentiranno e faciliteranno l’apprendimento e non piuttosto l’impegnarsi in esercizi individuali e supervisionati dall’insegnante. 

Questa modalità incoraggia la creatività, l’espressione personale, l’indipendenza, l’autonomia e la responsabilità, incentivando e migliorando aspetti emotivi del bambino, attraverso lo sviluppo della fiducia in se stessi e la capacità di risolvere problemi. 

I bambini sperimentano, con la personale esplorazione (guidata dall’insegnante),  la diversità di visioni e culture, con l’obiettivo di allenare la capacità di ascolto attivo nei confronti dell’altro e comprendere meglio le opinioni e le idee differenti, apprendendo anche come poter prendere le decisioni più adeguate e opportune alle varie situazioni.

La creatività nel processo di insegnamento e apprendimento Montessoriano

La creatività è una componente importante nel processo di insegnamento e apprendimento di qualsiasi bambino, ed uno degli esercizi migliori per sviluppare la creatività è l’esperienza tattile, il coordinamento fino motorio e il visuo spaziale.
Il metodo Montessori incoraggia e sviluppa la creatività del bambino, proprio toccando questi punti, con l’aiuto della manipolazione di materiali didattici, come i giochi, i puzzle e le attività creative del disegno, della pittura e di altri progetti artistici.

L’esperienza tattile, ad esempio, può venire guidata dall’insegnante che, attraverso l’esplorazione delle diverse proprietà di alcuni materiali diversi (duri o morbidi, quali fibre naturali, legni e pietre, ad esempio) offre ai bambini l’opportunità di acquisire maggiore consapevolezza dell’ambiente che li circonda. 

Inoltre, l’apprendimento attraverso la manipolazione di materiali offre ai bambini la possibilità di sperimentare cose concrete che possono avere un profondo impatto sulla loro creatività. 

Un altro modo in cui il metodo Montessori incoraggia la creatività è stato descritto come “Divergent Thinking“, si tratta di un processo che incoraggia i bambini ad esplorare le varie risposte ad un determinato problema o ad una specifica domanda, per sollecitare il pensiero autonomo e la libera l’espressione individuale.
In questo modo i bambini sono incoraggiati a pensare fuori dagli schemi convenzionali o a risolvere problemi attraverso tecniche creative, potendo esprimere la creatività anche attraverso l’esplorazione di idee con gli altri bambini e all’interno del gruppo, esplorando le proprie idee uniche, senza essere limitati da un programma predeterminato o da un adulto.

L’indipendenza nello sviluppo del bambino

L’indipendenza è un concetto fondamentale nello sviluppo di ogni bambino e Maria Montessori ha sviluppato un modello educativo unico in cui l’obiettivo principale è proprio aiutare il bambino a raggiungere la massima indipendenza.
La Montessori sosteneva che i bambini avevano una naturale tendenza ad esplorare il mondo circostante e che il modo migliore per aiutarli nella loro crescita era proprio quello di incoraggiarli a scoprire, esplorare ed imparare da soli

In questa maniera i bambini vengono incoraggiati a sviluppare senso critico e a prendere decisioni, esercitando il proprio giudizio e sviluppando le proprie capacità di autogestione e autoregolazione. In questo modo imparano a prendere decisioni indipendenti e ad agire in modo responsabile. 

L’allenamento “sul campo” dell’autoregolazione ha chiaramente una ricaduta positiva anche nell’iter scolastico tradizionale. Pertanto i bambini sollecitati con questo metodo sembrerebbe siano anche più inclini ad  avere buone abitudini di studio, rispetto per gli altri, concentrazione ed autocontrollo, ma soprattutto autonomia e indipendenza. 

Il punto centrale di questa filosofia educativa è che i bambini possono imparare meglio, se sono indipendenti e se si sentono coinvolti nel processo decisionale.